https://www.spedirecomodo.it/ ecommerce Archivi | SpedireComodo | Spedire Online

Trend e-commerce. Scenario Logistica e Spedizioni

Tutto quello che devi sapere per ridurre i costi di spedizione

L’e-commerce B2C ha raggiunto una quota pari a circa il 10% del commercio consumer mondiale.
La vendita online di prodotti fisici ha superato in valore la vendita di servizi (turismo e trasporti, assicurazioni, etc…) e rappresenta il 62% del totale delle vendite e-commerce, mostrando anche tassi di crescita maggiori rispetto alla vendita online di servizi, in tutti i principali Paesi.

Logistica ecommerce satisfaction

Il livello di sviluppo e le caratteristiche dell’e-commerce sono molto diverse da Paese a Paese.

Cosa è il Trend ecommerce?

Il Trend ecommerce è un fenomeno che misura una serie di fattori tra i quali l’andamento degli acquisti online e le abitudini dei consumatori digitali.

Le differenze tra i vari Paesi non consistono solo nei diversi livelli di penetrazione e di spesa online, ma anche negli stili di acquisto, nella tipologia di servizi di delivery preferiti, nella composizione del mercato degli operatori leader online.

Il valore dell’e-commerce B2C italiano nel 2019 è stimato dall’«Osservatorio E-commerce B2C, Netcomm – School of Management del Politecnico di Milano», in 41 miliardi di Euro, pari a circa il 9% degli acquisti degli italiani. Se consideriamo solo l’e-commerce dei prodotti, ovvero di quella parte di vendite online che richiede una logistica e un packaging, il valore complessivo è di circa 26 miliardi di Euro, in crescita nel 2019 del 28% e pari al 56% del totale dell’e-commerce italiano. Il volume di consegne che ogni mese si muovono in Italia è stimato in oltre 20 milioni di Euro.

Gli e-shopper italiani sono 22 milioni, in crescita del 10% rispetto al 2018. La percentuale di acquisti fatti da Smartphone è pari al 36%, contro il 25% del 2018. Gli acquisti da Tablet restano stabili all’8% come nel 2018.

Informatica ed elettronica sono ancora la prima categoria per volume di acquisto degli italiani, seguita dall’abbigliamento. Tutti i settori registrano comunque tassi di crescita molto alti.


Il mercato Italiano dell’ecommerce

Il mercato italiano dell’e-commerce mostra tassi di crescita maggiori rispetto ai Paesi attualmente più penetrati dal canale digitale e rappresenta perciò uno dei mercati più attrattivi.

Molte aziende, soprattutto PMI tradizionali, stanno sviluppando il loro canale e-commerce e migliorando politiche di integrazione dei canali fisici, sia lungo il percorso di acquisto, sia ai fini dei servizi di consegna a domicilio e reso.

Per l’Italia l’e-commerce è un’opportunità enorme, considerando anche il potenziale non sfruttato di digital export. Tre soli Paesi, vicini e già importanti per l’export italiano, ovvero Francia, Germania e Regno Unito, rappresentano da soli oltre il 60% del mercato e-commerce europeo.

Per l’Italia quindi l’e-commerce può rappresentare una leva di sviluppo molto importante. I servizi logistici, in particolare quelli per il digital export, così come gli aspetti normativi connessi al trasporto, potranno risultare nei prossimi anni un punto di forza o di debolezza per lo sviluppo del made in Italy.


Sviluppo mercato ecommerce nei vari settori

Lo sviluppo dell’e-commerce nei diversi settori avviene anche via via che le Aziende Merchant e i loro partner logistici riescono a individuare le corrette soluzioni di logistica e trasporto.

Ad esempio, sono in fortissima crescita le vendite di mobili e di tutti i prodotti per la casa, settore che ha richiesto la messa a punto di soluzioni di imballaggio e di trasporto dedicate.

È in fortissima crescita anche il settore della vendita di gioielli e dell’orologeria di alta e altissima gamma, con consegna a casa, per il quale gli operatori hanno dovuto individuare soluzioni logistiche adeguate.

Lo stesso settore dell’abbigliamento che risulta essere il più venduto online ha richiesto servizi e imballaggi particolari, ad esempio per la consegna dei capi spalla, piuttosto che per la gestione dei resi che spesso richiedono piccoli interventi di stiratura e piegatura, ovvero reparti in magazzino dedicati.


Logistica ecommerce e spedizione pacchi

Se analizziamo come i grandi player dell’e-commerce hanno avuto successo e come stanno oggi difendendo le loro quote di mercato, vediamo che la logistica e le spedizioni giocano un ruolo chiave.

Sembra quindi che il territorio competitivo della logistica e della delivery sia uno dei territori più vitali dove si gioca la battaglia dell’e-commerce e del mercato retail del futuro.

I marketplace diventano connettori di servizi digitali e di logistica, ridefinendo gli standard logistici e di trasporto delle vendite online e giocando sempre più al rialzo, per valorizzare i volumi raggiunti e alzare barriere all’ingresso per i nuovi operatori. 

L’importanza della logistica è ancora più evidente nei modelli di e-commerce multicanale, dove i processi commerciali con il cliente, prima e dopo l’acquisto, possono avvenire sia nei canali digitali sia nei negozi tradizionali.

Per questi modelli, le Aziende Retail e i loro partner logistici devono sviluppare nuovi flussi di spedizione e il negozio assume anche un nuovo ruolo logistico. 


Ecommerce B2B

Infine, occorre ricordare anche lo sviluppo dell’e-commerce B2B che da un lato richiede un ridisegno dei modelli logistici e di trasporto e dall’altro tende sempre di più ad assomigliare all’e-commerce B2C, andando quindi ad alimentare il forte flusso di merci che si è spostato dalle filiere logistiche tradizionali alle nuove filiere dell’e-commerce. 

I processi e gli ambiti che interessano la logistica per l’e-commerce, così come i settori e gli attori coinvolti, sono molti.

In tutti i diversi ambiti, la logistica per l’e-commerce ha delle specificità significative.

Nel retail tradizionale la logistica gestisce e movimenta ordini diretti a distributori e negozi, quindi ordini con dimensioni, imballaggi, tipologie di mezzi e modalità di consegna idonei a una logistica B2B.


Ecommerce B2C

Nell’e-commerce B2C, gli operatori logistici e i processi di magazzino lavorano ordini e preparano spedizioni dirette al cliente finale.

Gli spedizionieri e i corrieri devono consegnare a casa dei clienti, in ufficio o presso altri punti di consegna e ritiro. Gli ordini hanno dimensioni molto più piccole rispetto al retail tradizionale e richiedono tempi di lavorazione e delivery molto rapidi.

Sono diverse rispetto al retail anche le tipologie di imballaggi, le modalità di consegna e i sistemi informativi a supporto.

Il cosiddetto Ultimo Miglio (Last Mile), ovvero la consegna a domicilio al cliente, è forse la parte più caratterizzante per l’e-commerce ed è anche uno degli elementi di maggior cambiamento non solo per i corrieri, ma anche per gli impatti che l’e-commerce sta generando sui sistemi di viabilità delle nostre città.

Consegnare le merci direttamente a domicilio non è facile e la consegna al cliente finale è uno dei campi di battaglia principali dell’e-commerce.


Spedizioni ecommerce

Le spedizioni infatti hanno un’incidenza molto importante sui costi delle attività ecommerce.

Come abbiamo descritto, alla spedizione sono legate dinamiche come quella del prezzo, della gestione del magazzino e della logistica e quelle legate al confezionamento dei pacchi da spedire.

Per chi vende online la spedizione è un fattore che non può essere trascurato in quanto è a tutti gli effetti uno strumento fondamentale di marketing per avere clienti soddisfatti e fidelizzati.

Con l’invio dei prodotti si chiude il ciclo di vendita e molto spesso le spese di spedizione fanno la differenza tra una vendita andata a buon fine o carrello abbandonato.

Mettiamo in evidenza i dati relativi alle ultime ricerche su quanto sia determinante la componente spedizione sulle intenzioni di acquisto dei consumatori.

  • Il 43% dei consumatori abbandona il carrello quando le spese di spedizione sono troppo alte al check out
  • Il 60% degli acquirenti dice che le spese di spedizione gratuite sono un fattore davvero importante negli acquisti online
  • Il 75% preferisce acquistare da negozi online che offrono le spese di spedizione gratuite
  • Il 90% afferma che le offerte che includono costi di spedizione gratuiti spingono a spendere di più
  • Il 72% dice che se il venditore elimina i servizi di spedizione gratuiti, cambierebbe immediatamente sito, orientando la propria scelta di acquisto su un eCommerce che invece offre spese di consegna a domicilio gratuite.

I principali studi di settore pertanto sottolineano che il 43% delle vendite abbandonate nel carrello in Europa è causato da costi di spedizione troppo alti e da tempi di consegna troppo lenti (39%).

Questi dati ci confermano quindi che la spedizione è un aspetto da curare nel dettaglio e che va a tutti gli effetti considerato parte indispensabile per il successo di un’attività di vendita online e non come un servizio accessorio e di poco conto.


Fidelizzare il cliente online

Per capire realmente quanto sia importante incrementare la fidelizzazione della clientela, evidenziamo un dato estratto dal rapporto e-commerce in Italia di Casaleggio e Associati: un aumento della retention rate del solo 5% porta ad un incremento dei profitti tra il 25% ed il 95% a livello annuo.

Se da un lato la scelta del Corriere Espresso a cui affidare i pacchi è importante per i tuoi clienti dall’altro questo servizio può incidere notevolmente sui costi complessivi di un’attività di vendita online e per non buttare soldi è necessario capire come ridurre i costi di spedizione senza compromettere la possibilità di offrire un buon servizio di consegna pacchi a domicilio.


Scegliere il Corriere giusto per un eCommerce B2C

Prima di approfondire come scegliere un corriere e come valutare i prezzi di spedizione è importante sapere perché le spedizioni rivestono un ruolo così strategico per una qualsiasi attività di vendita online sia essa fatta attraverso una piattaforma dedicata (sito web con e-shop), oppure attraverso Marketplace come eBay e Amazon, o anche tramite gli strumenti di vendita offerti da social network, come Facebook.

Spedizione pacchi

La logistica ecommerce al centro del business online

La gestione della logistica rappresenta un aspetto centrale nel business di un eCommerce e questo deriva dal fatto che quando si acquista online oltre alla qualità e al prezzo dei prodotti, i consumatori valutano la facilità del processo di acquisto, la velocità e il costo della spedizione.

La spedizione per un eCommerce e la sua gestione influisce direttamente su:

  • Abbandono del carrello: costi troppo alti, modalità di spedizione non trasparenti, tempi di consegna lenti possono far interrompere il processo di acquisto durante la fase di checkout.
  • Reputazione del negozio online: un acquisto che arriva nei tempi previsti e integro influisce positivamente sulla reputazione del venditore. Al contrario ritardi nella consegna oppure pacchi danneggiati favoriranno perdite di credibilità e fiducia, con il rischio di essere amplificate anche dal passaparola negativo.

Le spedizioni dei tuoi prodotti tuttavia non dipendono direttamente dal tuo controllo, quindi prima di affidarti al primo corriere che capita sarebbe necessario fare approfondite ricerche sui vari Corrieri Espresso, sulla loro efficienza, capillarità e affidabilità.

Questi fattori devono pertanto essere considerati tanto importanti quanto i costi per le varie tipologie di spedizione e i vincoli di volume che solitamente vengono richiesti.

Affidarsi ad un Sito specializzato di spedizioni online come Spedirecomodo agevola in maniera significativa il tuo lavoro poiché tutte le attività legate alla gestione del ritiro e della consegna dei tuoi prodotti con i maggiori Corrieri Espresso sono demandate ad un operatore qualificato in grado di proporti le migliori soluzioni adeguate alle tue esigenze al prezzo più basso.


I fattori per scegliere con chi spedire i tuoi pacchi

Per scegliere il Corriere a cui affidare i tuoi pacchi e capire come contenere i costi di spedizione dovrai ottenere informazioni principalmente su questi aspetti:

1. Il listino prezzi: oggi Corrieri e Spedizionieri offrono una gamma di tariffe molto ampia per coprire le molte esigenze di trasporto nazionale ed internazionale. Tuttavia risulta molto complicato capire quale sia il piano tariffario più adatto ai nostri bisogni perché molto spesso le offerte non sono chiare e includono costi nascosti.

2. Tempi di consegna: oggi la maggior parte dei Corrieri hanno allargato le loro soluzioni di trasporto offrendo diversi servizi che variano per tempi di consegna. Le tempistiche sono strettamente correlate ai costi e tendenzialmente a tempi di consegna brevi corrispondono tariffe più alte.

3. Servizi aggiuntivi: i servizi accessori sono il vero fattore che differenzia Corrieri e Spedizionieri e che possono essere anche un punto di forza o di debolezza. Infatti, scegliere un Corriere che permetta di personalizzare la consegna a domicilio, di assicurare la merce o che accetta il pagamento in contrassegno possono consentire di offrire un miglior servizio ai tuoi clienti. I servizi aggiuntivi tuttavia sono anche un elemento che generalmente fa aumentare il costo della spedizione e anche di molto.

4. Servizio Clienti: un elemento chiave nella logistica per l’e-commerce sono i servizi di Assistenza che vengono frequentemente usati dai clienti nelle fasi di post-vendita soprattutto per chiedere informazioni o gestire la consegna a domicilio della spedizione, oppure i resi dei prodotti non conformi. Tale peculiarità crea una connessione fortissima tra la gestione del Last Mile logistico (consegna e reso) e il Customer Care. I servizi informativi e di gestione della delivery, soprattutto online, giocano quindi una funzione importante e un ruolo crescente nell’interazione e nella soddisfazione del cliente finale, ma anche nella riduzione dei costi di assistenza. 

Quando avrai raccolto le informazioni su ognuno di questi tre aspetti avrai composto un quadro generale dei costi e dei servizi che possono accrescere la competitività del tuo eCommerce. Tuttavia, ricorda sempre che c’è qualcuno che può fare tutto questo per te. 

Spedirecomodo è uno dei maggiori operatori nazionali per la gestione delle spedizioni pacchi, buste e pallets.

La missione principale consiste nel prendersi cura di tutte le attività di ricerca, analisi e selezione delle migliori offerte di trasporto secondo le particolari esigenze di ogni azienda ecommerce.

Spedirecomodo si interessa per tuo conto di ottenere prezzi vantaggiosi da tutti i più importanti Corrieri Espresso per ogni tipologia di spedizione, di seguire tutto il processo di trasporto e consegna dei tuoi prodotti al cliente finale, di fornire a te e ai tuoi Clienti tutta l’assistenza qualificata per rendere l’esperienza di acquisto nel tuo ecommerce all’altezza delle aspettative.

Spedire facile, veloce, economico con Poste Italiane, BRT Bartolini, SDA, Nexive, DHL, TNT Skynet e prossimamente GLS.

Se hai bisogno di informazioni e utili consigli per realizzare un ecommerce di successo visita Métaxy.

Il Team di Spedirecomdo

Costi ecommerce: logistica e dilemma spedizioni gratuite

Costi ecommerce tra Logistica e Spedizione pacchi

L’e-commerce ha modelli di business molto diversi dalle vendite tradizionali e quindi ha anche una struttura di costi e ricavi molto diversa. Tipicamente i costi di marketing e i costi di logistica e spedizioni nell’ecommerce sono molto più elevati di quelli dei canali tradizionali. 

costi spedizioni ecommerce

L’incidenza dei costi logistici nell’e-commerce è molto diversa tra i settori merceologici.

Cosa è che incide sui costi di un ecommerce?

La risposta è: incide sui costi logistici il valore medio dello scontrino, il numero medio di prodotti per consegna, il rapporto tra valore medio dello scontrino e peso medio della consegna, il rapporto tra peso e volume medio delle spedizioni pacchi, nonché la percentuale media dei resi nella singola categoria.

Sui costi unitari incidono anche i volumi di vendita, ovvero i costi unitari possono diminuire significativamente al crescere dei volumi, grazie ai modelli tariffari per la gestione delle spedizioni pacchi degli operatori logistici e di trasporto. 

Nel settore retail di beni a largo consumo, i costi logistici (esclusi i costi di inventario, customer care e payment) difficilmente incidono per meno del 7-10% sul venduto e in molti casi possono arrivare anche al 15%.


Come ridurre i costi di logistica ecommerce

Pertanto, gestire bene i costi logistici e di spedizione buste e pacchi è essenziale per la sostenibilità di un e-commerce. Possiamo articolare i principali costi logistici nelle seguenti macrocategorie:

  • Costi della logistica in entrata (trasporto a magazzino, ricezione, lettura codici, carico scaffali, …) 
  • Costo spazi e gestione magazzini (costo spazi per unità di volume, inventari, …) 
  • Costo preparazione e inoltro dell’ordine (detto anche order to ship, pick & pack) che prevede gestione ordine, prelievo e lettura, imballaggi, etichettature, foglio consegne, …) 
  • Costo delle spedizioni pacchi e consegna a domicilio (corriere, mancate consegne, …) 
  • Costi per servizi a valore aggiunto durante/dopo la consegna/ritiro (giacenze, consegna al piano, ritiro usato, …) 
  • Costo dei resi (imballaggio e trasporto di rientro – a carico del cliente per legge ma spesso a carico del merchant, ricezione e riconfezionamento, beni deteriorati, …).

Vi sono poi tantissime altre categorie di spese associate alla logistica e alle spedizioni pacchi per comprendere la complessità di gestione dei costi logistici dell’e-commerce.

Tra questi, i costi di customer care, i costi dei sistemi di pagamento, specie se connessi alla consegna a domicilio (contrassegno, contanti, pos mobile, pos nei locker, …), i costi di gestione dei sistemi di Tracking (il classico cerca pacco o rintraccia spedizione), i costi degli imprevisti che nella logistica e soprattutto nel trasporto sono tra i più vari.


Costi della logistica ecommerce nei vari settori

La composizione dei costi logistici di un e-commerce è inoltre diversa per i vari settori.

Ad esempio, la spesa online nel grocery ha costi e complessità logiche elevate e la componente di preparazione delle spedizioni è molto complessa in quanto una spesa media è composta da più di 30 prodotti diversi, di varia natura, forma e imballaggio.

In molti settori le dimensioni delle spedizioni e il rapporto peso/volume delle spedizioni sono fuori standard (mobili, attrezzature sportive, giardinaggio, …). I casi sono tutti molto specifici.

Gli e-commerce che gestiscono in autonomia il magazzino per tutti i canali di vendita, spesso trascurano nella contabilità e nel controllo di gestione alcuni dei costi connessi alla logistica e quando affrontano per la prima volta un processo di terziarizzazione del magazzino, si sorprendono per l’alta incidenza dei costi per la logistica in entrata e per i costi di magazzino.

Quando poi i processi di preparazione e consegna spedizioni pacchi funzionano male si possono generare delle spirali di costo legate ai resi, al customer care, ai costi amministrativi, e in questi casi probabilmente il problema maggiore è la perdita di vendite e di clienti.


Costo della spedizione, fidelizzazione e carrelli abbandonati

L’alta incidenza dei costi logistici e in particolare dei costi logistici diretti, imputabili ai singoli ordini, pone il dilemma del “free shipping” (spedizione gratuita) , ovvero se, in che misura e in che modo far pagare i costi di spedizione al cliente.

Analisi Costi ecommerce

Tutte le ricerche di mercato sui carrelli abbandonati e sulle ragioni di non finalizzazione degli ordini di e-commerce ci indicano quanto il cliente sia avverso al pagare per la consegna a domicilio.

Alcuni studi ci dicono che in Italia nel 2019 circa il 70% degli ordini è avvenuto senza costi per il cliente.

Tale percentuale include sia gli ordini che hanno superato l’importo minimo per la consegna gratuita sia quelli da siti che offrono sempre il free shipping.

Le ricerche eseguite su un campione significativo di merchant evidenziano che il 60% offre la spedizione gratuita per il cliente se l’importo dell’ordine è superiore a un certo importo.

Nel 21% dei casi i costi di recapito pacco sono sempre a carico del cliente, nel 10% sono sempre gratuiti con servizio spedizione standard e a pagamento con servizio spedizione veloce.

Il problema della consegna gratuita cambia a seconda dei settori.

Dove vi sono esigenze logistiche particolari (arredamento, grocery online, …) il cliente è più disposto a sostenere costi per la delivery parcel.

In tutti gli altri casi, il merchant deve agire per annullare, almeno nella percezione del cliente, i costi delle spedizioni.


Agire sul costo di spedizione per fidelizzare il cliente

Usando i costi di spedizione economica come promozione, distribuendo i costi logistici nei prezzi dei prodotti, ma soprattutto pilotando la dimensione minima dell’ordine, al fine di raggiungere marginalità sufficienti per sostenere i costi di spedizione pacchi.

Le simulazioni e le sperimentazioni per ricercare un corretto equilibrio tra costi logistici e possibilità di offrire la spedizione gratuita, non devono analizzare solamente la marginalità delle singole spedizioni, ma le marginalità complessive dei clienti, nel loro ciclo di vita.

I grandi operatori dell’e-commerce possono consegnare gratuitamente anche ordini di piccolissimi importi, con marginalità negativa, perché governano bene i costi di acquisizione dei clienti e la capacità di fidelizzarli, ovvero aumentare il loro valore complessivo nel tempo (Customer Life Time Value, LTV).

Il LTV dei clienti viene ottimizzato nell’e-commerce anche con il progressivo sviluppo del sistema di offerta.

Il negozio online non ha limiti espositivi e quindi può aumentare la sua offerta facilmente per valorizzare i costi di acquisizione dei clienti.


Corriere Espresso e costi di spedizione

Gli accordi con i vari Corrieri Espresso per spedire pacchi e buste nell’ecommerce sono all’ordine del giorno e spesso risultano delle impegnative attività di negoziazione delle tariffe che nella maggior parte dei casi sono legate a volumi minimi di spedizione in un determinato periodo.

Tutto questo con un operatore specializzato per spedire online come Spedirecomodo non avviene. Spedirecomodo ti permette di spedire all’estero e in Italia con i maggiori Corrieri Espresso senza alcun vincolo di volume alle migliori tariffe di mercato.

Nell’e-commerce bisogna inoltre scalare i volumi rapidamente, per raggiungere economie di scala in tutte le operazioni di vendita e nei costi di marketing. Non è solo una questione di contabilità e di controllo di gestione, ma una questione di approccio strategico al cliente, al mercato e al progetto e-commerce.


Il valore delle spedizioni ecommerce per il cliente online

Il valore nell’e-commerce, più che in altri canali sta nel rapporto con il cliente e i margini si ottengono con i volumi, con la fidelizzazione dei clienti e lo sviluppo dell’offerta.

Fidelizzazione che nell’e-commerce è guidata proprio dall’offerta e dalla qualità dei servizi di spedizione pacchi al cliente finale.

Vi sono inoltre tante possibilità per far partecipare in qualche misura il cliente ai costi logistici, ma il valore del prodotto, del servizio e del brand deve essere riconosciuto dal cliente, altrimenti sarà interessato solo al prezzo più basso, non solo per i servizi di spedizone in Italia o Europa.

Il maggiore marketplace mondiale fa pagare le consegne ai clienti, seppur nella maggior parte dei clienti, con una formula in abbonamento.


Strategie per i costi di spedizioni ecommerce

Alcuni e-grocery hanno introdotto un nuovo prodotto pubblicitario per i loro brand distribuiti: la sponsorizzazione della consegna gratuita per i clienti, ovvero quando un cliente include quel prodotto nella spesa online, ottiene i costi di spedizione gratuiti o scontati.

Un nuovo modo per dare valore ai brand dei prodotti e al cliente. Ogni azienda deve trovare le sue formule e i suoi equilibri.

Noi di Spedirecomodo aiutiamo gli ecommerce nella ricerca e selezione delle migliori soluzioni di spedizione economica in Italia ed Europa garantendo un servizio di Assistenza Clienti online per ogni esigenza specifica di ritiro e consegna pacchi.

Il Tracking online di Spedirecomodo è sempre aggiornato in tempo reale sullo stato delle spedizioni, dal ritiro dei pacchi presso il magazzino fino alla consegna al domicilio del cliente finale.

Se hai bisogno di informazioni e utili consigli per realizzare un ecommerce di successo visita Métaxy.

Il Team di Spedirecomodo

Ecco 15 buoni motivi per comprare online

Comprare online è semplice, conveniente e sicuro

Con la forte crescita del comparto ecommerce, comprare online oramai è diventato sinonimo di convenienza, rende la vita più semplice ai consumatori e fornisce anche più garanzie dello shopping tradizionale.

comprare online

In poche parole è Facile, Conveniente, Sicuro e alla portata di tutti. 

Facile

  1. È meglio di fare shopping tradizionale: metti nel carrello i prodotti che desideri comprare e, finché non vai alla cassa per pagare, puoi sempre cambiare idea.
  2. Scegli tu quando: non ci sono orari e non ci sono giorni di chiusura, puoi comprare 24 ore su 24, dove vuoi, come vuoi e se lo vuoi. Il sito online è sempre aperto per i tuoi acquisti.
  3. Hai tutto il tempo per valutare i prodotti liberamente e per fare scelte senza fretta, semplicemente leggendo le descrizioni dei prodotti o dei servizi e le recensioni dei consumatori che hanno acquistato prima di te.
  4. Per acquistare bastano pochi click. Le istruzioni guidate ti aiuteranno a inserire i prodotti nel carello, scegliere il luogo di consegna e infine pagare. Fare shopping online è veramente alla portata di tutti! 
  5. Puoi leggere le opinioni di chi ha già comprato online le cose che ti interessano, confrontarti con altri appassionati di shopping e acquistare solo quello che ti convince davvero.

Conveniente

  1. Risparmi tempo prezioso: niente spostamenti, niente traffico, niente code alla cassa, niente corse dell’ultimo minuto. In pochi semplici click acquisti online e hai più tempo da dedicare a quello che vuoi.
  2. Puoi comparare i prezzi di prodotti o servizi e scegliere le offerte più convenienti per le cose che desideri comprare.
  3. La consegna del tuo acquisto online la ricevi dove e quando vuoi: i tuoi e-commerce preferiti ti raggiungono ovunque anche in vacanza e con Spedirecomodo è tutto più semplice e vantaggioso. Spedizioni economiche e sicure Italia ed Europa.
  4. Puoi iscriverti alle vendite private e approfittare di offerte speciali grazie alle quali risparmiare soldi senza rinunciare alla qualità.
  5. Puoi acquistare qualunque cosa, di qualunque peso e dimensione, senza porti il problema di come trasportarla a casa. A questo ci pensa Spedirecomodo. Aiutiamo gli ecommerce a scegliere le spedizioni economiche più idonee alle tue esigenze con i più importanti Corrieri Espresso nazionali ed internazionali.

Sicuro

  1. Se decidi di pagare il tuo acquisto con carta di credito, la sicurezza dei tuoi dati è garantita dal protocollo SSL, un sistema informatico previsto dalla legge che protegge la riservatezza delle informazioni bancarie.
  2. Puoi monitorare in ogni momento lo stato del tuo ordine, essere aggiornato sulla spedizione in tempo reale con il Tracking online di Spedirecomodo (tracciatura cerca pacco), e usufruire del servizio clienti per chiedere informazioni sul tuo acquisto o ricevere assistenza post vendita per conoscere dove si trova il tuo pacco. 
  3. Puoi accettare la consegna a domicilio del pacco con “riserva di controllo”, in questo modo potrai verificare l’integrità del contenuto e, nel caso di merce danneggiata dal trasporto, chiedere al negozio online la sostituzione del prodotto o il rimborso di quanto hai speso. 
  4. Hai 14 giorni dalla data di consegna a domicilio per cambiare idea e restituire i prodotti, senza incorrere in penalità e senza motivazione. Hai diritto al rimborso di quanto pagato comprese le spese di spedizione. 
  5. In caso di reso, il negozio online è obbligato a restituirti la somma da te spesa entro 14 giorni dalla tua comunicazione di recesso, oppure dal momento di rientro dei beni in magazzino. Il servizio spedizione Resi di Spedirecomodo ti aiuterà a spedire subito il tuo reso.

Come scegliere il sito giusto per i tuoi acquisti

Comprare online è sicuro e conveniente, ma è sempre meglio seguire qualche regola di base per non incorrere in spiacevoli sorprese. Ecco le principali:

a)  Controlla sempre che nella fase di pagamento l’indirizzo web inizi con “https://” e non solo con “http://”. In questo modo saprai che i tuoi dati personali sono al sicuro perché le pagine su cui li stai digitando sono criptate. 

b)  Controlla che il venditore fornisca alcune informazioni obbligatorie per legge: 

1. I riferimenti principali dell’azienda: ragione sociale ed indirizzo del venditore, compresa la partita IVA; 

2. Indirizzo e-mail e/o telefono per i contatti, meglio se presente una Live Chat e un Servizio Clienti;

3. Una descrizione chiara del prodotto o del servizio offerto;

4. Il prezzo finale comprensivo di tutte le spese, le tasse (IVA) e i costi di consegna a domicilio;

5. Informazioni chiare sulle modalità di pagamento e di spedizione dei prodotti; 

6. Spiegazione su come funziona il diritto di recesso; 

7. Servizi post-vendita disponibili come il Servizio Clienti; 

8. Sistemi di risoluzione alternativa delle controversie; 

9. Informazioni chiare sulla durata del contratto; 

10. Esplicite condizioni di garanzia legale/contrattuale;

11. Le informative sulla Privacy e sui Cookies. 

Cosa fare se si cambia idea e non si vuole più il bene acquistato?

La legge concede al consumatore 14 giorni di tempo dal ricevimento della merce (in caso di beni) o dalla sottoscrizione del contratto (in caso di servizi) per inviare una raccomandata a/r, oppure una comunicazione via PEC, al venditore nella quale comunicare la volontà di recedere (anche senza specificare i motivi), chiedendo il rimborso dell’importo pagato. 

Il bene, invece, dovrà essere restituito entro i 14 giorni successivi all’esercizio del diritto di recesso, attraverso la spedizione di reso (a carico del consumatore) o, se ciò non fosse possibile, con la consegna in un luogo stabilito. A tutto questo ci pensa Spedirecomodo. Basta accedere al sito e prenotare la spedizione online con il Corriere Espresso che si preferisce. Il Corriere verrà a ritirare dove e quando vuoi il pacco da rendere al venditore senza ulteriori preoccupazioni.

Il venditore è chiamato a rimborsare sia il prezzo, che le spese di consegna, entro 14 giorni dal ricevimento della comunicazione di recesso.

Se hai bisogno di informazioni e utili consigli per realizzare un ecommerce di successo visita Métaxy.

Il Team di Spedirecomodo